Perché venire in crociera in Sudan con noi? - Don Questo Sudan Diving live aboard
16683
page-template-default,page,page-id-16683,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-6.0,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive
 

Perché venire in crociera in Sudan con noi?

PERCHE’ IN CROCIERA IN SUDAN CON NOI = ALCUNI BUONI MOTIVI PER SCEGLIERE DON QUESTO


LA NOSTRA BARCA

E’ vero, non si può dire che la Don Questo sia è la barca più bella che naviga in Sudan… ma è una barca affidabile e comoda per i subacquei. Costruita per lavorare nei Mar del Nord Europa, “tiene” il mare in modo eccellente e ha la capacità di resistere alle condizioni meteo marine più dure ed estreme; è in grado di attraccare/e di mantenersi in posizione stazionaria in molti luoghi e in condizioni in cui la tipica imbarcazione per la subacquea ricreativa dovrebbe scappar via e ripararsi. Questo consente interruzioni minime al programma di immersioni subacquee e offre diverse opzioni in caso di un improvviso peggioramento delle condizioni atmosferiche. Ciò è particolarmente importante negli itinerari “Sud” e “Profondo Sud” nei quali i punti ridossati, i ripari e i posti dove è possibile ancorare sono pochissimi.

Inoltre:

  • l’area diving è ampia e confortevole: ogni subacqueo ha la sua bombola – numerata – e il suo spazio a bordo per tutta la crociera;
  • la piattaforma idraulica utilizzata per i gommoni consente di salire sul gommone e rientrare a bordo in modo molto confortevole;
  • la vasta area prendisole è attrezzata con lettini e sdraio;
  • ogni cabina ha un lavabo indipendente;
  • il serbatoio e il sistema di riscaldamento consentono di avere acqua calda sempre disponibile per la doccia;
  • la strumentazione a bordo e i due tender con motori da 55 cavalli consentono una navigazione sicura e il raggiungimento dei punti di immersione in comodità;
  • la camera iperbarica a bordo – per fortuna mai utilizzata – è ulteriore fonte di tranquillità;
  • tutte le bombole sono in acciaio inox con doppia rubinetteria.

LA NOSTRA ESPERIENZA E LE NOSTRE CROCIERE A “SUD” E NEL “PROFONDO SUD”

Organizziamo crociere subacquee ed esploriamo le acque meridionali (“South”) e del profondo sud (“Deep South”) del Mar Rosso Sudanese sin dal 2008 e in quelle zone abbiamo scoperto molti punti di immersione (almeno 21); sappiamo, quindi, per esperienza quali sono i “giusti” siti di immersioni da visitare (e quelli dove “non” è conveniente recarsi!) in base alle differenti condizioni meteo marine che si possono presentare di volta in volta; a volte le nostre mappe e i nomi che abbiamo dato ai siti di immersione sono utilizzati anche sui siti web dei nostri concorrenti.


ABBIAMO RISPETTO E CERCHIAMO DI TUTELARE L’AMBIENTE MARINO IN CUI LAVORIAMO

Lavoriamo in Sudan da molti anni (dal 1998) e siamo consapevoli dei problemi ambientali. La nostra barca NON ancora in modo dannoso sui bellissimi e incontaminati reef sudanesi e il più delle volte, anche di notte, preferiamo rimanere in galleggiamento (“floating”) nonostante ciò richieda maggior impegno e sacrifici al nostro esperto capitano e all’equipaggio. Il nostro approccio di rispetto verso l’ambiente è la ragione principale per cui la nostra barca è stata scelta più volte negli ultimi anni da scienziati e ricercatori per spedizioni scientifiche.


NUMERO DI SUBACQUEI A BORDO

Il numero massimo di subacquei a bordo è 17. Questa è una situazione molta diversa rispetto ad altre barche che possono ospitare fino a 20/22 subacquei, non trovi?


CONTROLLO DELLA CORRENTE PRIMA DELL’IMMERSIONE

Le nostre guide CONTROLLANO SEMPRE condizioni e direzione della corrente PRIMA di ogni immersione, per scegliere il punto di ingresso più appropriato e più sicuro per l’immersione. Sulle altre barche viene fatto questo controllo?


I NOSTRI SUBACQUEI ENTRANO IN ACQUA DAI GOMMONI TUTTI INSIEME

Sulla nostra barca NON ci sono diverse categorie di gruppi / gommoni. Grazie al fatto che la nostra barca accetta solo un massimo di 17 subacquei non abbiamo bisogno di pianificare le immersioni in tempi differenti. Tutti i subacquei entrano in acqua insieme e nella prima parte dell’immersione si rimane spesso tutti insieme seguendo un piano di immersione specifico, per di garantire a OGNI subacqueo le migliori opportunità di vedere gli squali e in modo che TUTTI abbiano le stesse identiche opportunità.


RITORNO AL GOMMONE ALLA FINE DELL’IMMERSIONE

Le nostre guide (se le avete seguite …) vi mostrano il punto dove è situato il gommone alla fine di ogni immersione e dove si deve emergere quando l’immersione è completata. Non dovete stare a galla ad aspettare che il gommone vi venga a recuperare e si cerca SEMPRE di emergere nel punto esatto dove è situato il gommone di appoggio.